Da vent’anni mi occupo di assicurazioni per il mondo medico, trattando nello specifico responsabilità civile professionale. E’ stata proprio la relazione con i miei amici-clienti che mi ha spinto a riflettere e andare oltre. Malpractice: le mie prime riflessioni si basavano sulla necessità di arginare questo fenomeno e inizialmente avevo ipotizzato che il modello più adatto fosse un collettore tra bisogni e servizi socio-sanitari.

1vacaebfb-qgohue1gcgxag

Studiando la strategia più efficace per mettere in pratica la mia idea, mi sono trasformato in un “giovane stratupper” anche se di giovane è rimasta solo la data di costituzione e non certo quella della mia nascita, visto che già allora avevo superato i 40 anni. Nell’aprile 2015 ho fondato la mia prima startup con lo scopo di sviluppare un nuovo modello di accessibilità ai servizi sanitari attraverso un’applicazione smartphone che permettesse di geo-localizzarli, fungendo dunque da interfaccia tra domanda e offerta di cura.

Innamorato della mia idea ma non abbastanza convinto che il contenuto innovativo fosse sufficiente per spiccare il volo verso la dorata Valley alla guida di una nuova multinazionale, mi sono rimesso al lavoro, concentrandomi sul dilemma che mi tormentava: “come diavolo farò, da solo, a sviluppare un’idea del genere?

Grazie all’incontro con Michael, attualmente il nostro CTO, e Massimo Sgrelli, il nostro Advisoring, ho scoperto il lavoro di squadra, che mi ha permesso di dare forma alle varie funzioni, scegliendo il percorso progettuale più adatto per ognuna di esse. Il mio, anzi il nostro, obiettivo? Sviluppare un grande network che sensibilizzi la gente a una maggiore sicurezza in tema di salute, realizzando un ambiente in grado di contenere una grande community interattiva per generare circoli virtuosi di conoscenza. Il nostro nuovo punto di partenza si era concentrato sul mondo medico.

A questo punto però, si affacciava un’altra grande domanda: “E’ davvero quello che la gente vuole?” Ve ne parlerò la prossima volta …

Luca Damiano,
CEO

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.