Abbiamo parlato di procedure, ambito in cui InEquipe è stata promossa dagli esperti di cyber security Fulvio Guatta e Massimo Pasini, ora passiamo all’infrastruttura. Di cui ci ha fornito dettagli precisi l’analisi di Michael Frassi, CEO di Distribuzioni Digitali, nonché CTO di InEquipe, e professionista nella produzione di software.
“InEquipe nasce ponendo la massima attenzione alla gestione e alla sicurezza dei dati. L’architettura prevede infatti un sistema ad alta disponibilità, in cui i dati sono archiviati ed erogati tramite più server ridondati geograficamente (posizionati in più punti sui vari continenti, in grado di assicurare integrità e sicurezza dei dati e una maggiore velocità per via della vicinanza fisica agli utenti). Lo scambio di dati tra app e i vari server avviene tramite le più avanzate tecnologie di criptazione delle comunicazioni e garantisce la piena compatibilità con le più severe normative di protezione dei dati in ambito di cyber security”.
Dall’unione tra infrastruttura “blindata” e procedure di trasmissione dei dati in high security, nasce un prodotto creato “by design”, cioè creato e pensato in funzione del nuovo – e molto più restrittivo rispetto al passato – Regolamento europeo della privacy.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.